La Rievocazione Storica evoca, con una serie di quadri scenici, i principali avvenimenti storici vissuti da Soriano dal 1200 al 1489

La rappresentazione più suggestiva della Sagra delle Castagne Sorianese è laRievocazione Storica che evoca, con una serie di quadri scenici, i principali avvenimenti storici vissuti da Soriano dal 1200 al 1489.

La manifestazione è interpretata da un gruppo di giovani “attori” sorianesi sotto la guida del regista Mario Rinaldoni con testi di Pascal La Delfa di Roma.

Gli eventi rappresentati sono:

LA ROSA E L’ANGELO

La Grande Storia passa anche per la piccola Soriano: la giovane Rosa, poi diventata la santa di Viterbo, ne viene però prima scacciata via repentinamente per il suo atteggiamento ispirato a S. Francesco, avverso ai regnanti di allora: nella notte del rigido 4 dicembre 1250, Rosa trova rifugio nell’accogliente rocca di Soriano.
Qui, prima di imboccare la strada della santità, le appare un angelo che annuncia la morte dell’imperatore Federico II, lo “stupor mundi” che aveva cambiato il mondo di allora.
Dopo pochi giorni, la profezia dell’angelo si avvera e Rosa continua la sua opera di evangelizzazione nei territori intorno a Soriano fino alla morte avvenuta pochi mesi dopo, a soli 18 anni.

LA BOLLA PAPALE

Papa Niccolò III promulga a Soriano la bolla papale “Exiit qui seminat” che riconferma l’ordine francescano e definisce la nomina pontificia per il controllo dei beni francescani. Questo evento è celebrato con un dipinto presso la chiesa di S. Maria del Poggio.
Dante Alighieri cita Niccolò III nell’Inferno, inserendo il Papa tra i simoniaci. L’abitudine al nepotismo, poi perpetrata fino a i giorni nostri, pare infatti partire proprio dal comportamento di Niccolò III, il quale assegnò principati e ducati ai suoi parenti, nel tentativo di formare un grande Stato insieme a Toscana e Romagna. Niccolò III morì nel castello di Soriano nel 1280, fatto da lui edificare in soli due anni.

L’ESECUZIONE DEL DI VICO – 1443

Con il passaggio dal Papa Martino V Colonna a Eugenio N (1431), i Colonna non riconoscono l’autorità papale e si alleano con Giacomo Di Vico, Prefetto di Vetralla per il mantenimento dei territori.
Il Di Vico a sua volta stringe alleanza con Francesco Sforza che nel 1434 scende da Milano per occupare vari territori della Tuscia.
Quando gli Sforza si pacificano con Eugenio IV, affidando la baronia di Soriano al cardinale-guerriero Giovanni Vitelleschi: questi cattura il Di Vico e lo condanna a morte, eseguendo la decapitazione in piazza.

IL “FOSSO DEL BUONINCONTRO” – 1489

Nel 1484 sale al trono Innocenzo VIII e Soriano viene affidata ai Borgia. Questi nominano castellano Didaco di Carvajal, poi assassinato a tradimento dal conte Pietro Paolo Nardini nel tentativo di impossessarsi della baronia con i vignanellesi. Ma i sorianesi scoprono l’inganno per tempo (secondo la leggenda grazie alla “Vecchietta del Carnaiolo”) e durante una memorabile battaglia sconfiggono i vignanellesi presso il “fosso del Buonincontro” evitando così di perdere il dominio sulle loro terre.
Innocenzo VIII premia la fedeltà dei sorianesi promulgando la “bolla d’oro”, concedendo privilegi alla popolazione e aggiungendo la parola “Fidelitas” allo stemma del paese.

Ente Sagra delle Castagne

c/o Pro Loco di Soriano nel Cimino
Piazza Umberto I 01038 - Soriano nel Cimino (VT)
P.IVA: 01553570563
Tel. 0761.74.60.01 - info@sagradellecastagne.com

Presidente Ente Sagra

Antonio Tempesta 366.2899392

Biglietteria Online

E' possibile acquistare i biglietti per gli spettacoli.
Acquista Online

Orari biglietteria

venerdì 23 settembre ore 17,00/19,00
sabato 24  settembre ore 10,00/12,30 - 17,00/19,00
domenica 25 settembre ore 10,00/12,30 - 17,00/19,00
lunedì 26 settembre chiusa
da martedì 27 settembre a venerdì 30  ore  17,00/19,00

sabato 1 ottobre ore 10,00/12,30 - 17,00/19,00
domenica 2 ottobre 10,00/12,30
lunedì 3 ottobre chiuso

da martedì 4 ottobre a venerdì 7 ottobre  ore  17,00/19,00
sabato 8 ottobre ore 10,00/12,30  17,00/19,00
domenica 9 ottobre 10,00/13,00

Orari Bus Navetta

Domenica 09 ottobre - costo € 1,00 a/r
09,30 - 13,30 (parcheggio Zona Industriale La Sanguetta)
16,30 - 20,30 (parcheggio Papacqua)

Un contributo per la ricostruzione e la rinascita di Amatrice

Solidale con la città di Amatrice e con il suo sindaco Sergio Pirozzi, legato a Soriano da un passato sportivo vincente, l'Ente Sagra donerà 2 Euro* per ogni biglietto venduto durante la 49° Edizione 2016.

* A questo proposito tutti i biglietti subiranno una maggiorazione di 1 Euro.

Aree di sosta
(camper e auto)

Parcheggio Papaqua
Coordinate: 42.41952,12.232729

Parcheggio Casalaccio
(1^ domenica di Ottobre)
Coordinate: 42.42186, 12.23679

Località Campo Giannotti
(2^ domenica di Ottobre)
Coordinate: 42.424599, 12.248031

Angolo di Prato (Viale Ernesto Monaci)
Coordinate: 42.422455,12.239185

Via Settimio David
Coordinate: 42.420399,12.239896

Località Sanguetta - Zona Industriale
Coordinate: 42.46126, 12.24735

Tutte le aree non sono attrezzate.

Sagra delle Castagne Manifestazione Storico Rievocativa

PRIMO E SECONDO FINE SETTIMANA DI OTTOBRE SORIANO NEL CIMINO - VITERBO